Parigi celebra Arnaldo Pomodoro: a farlo è la galleria Tornabuoni Art Paris, che presenta una mostra sulla prima, importantissima, stagione creativa dello scultore. Indagando le origini del suo lavoro, la mostra presenta alcuni lavori realizzati tra il 1955 e il 1965, esponendo materiale d’archivio esclusivo e opere inedite. “Per me è stato un periodo fittissimo di scambi intellettuali, l’incontro con Lucio Fontana e con i giovani milanesi che Enrico Baj e Sergio Dangelo avevano raccolto intorno alla rivista “Il Gesto” e quelli dell’“Azimuth” di Manzoni e Castellani, con i tedeschi di “Zero”, con Gastone Novelli e Achille Perilli e “L’Esperienza Moderna”. E insieme, con la generazione grande dell’architettura e del design che dibatteva in seno alle Triennali, da Gio’ Ponti a Ettore Sottsass”, ha raccontato Arnaldo Pomodoro.

Parigi, Tornabuoni Art Paris, fino al 13 giugno.

Inizia a scrivere e premi Invio per cercare