Che cosa ha fatto la differenza nel 2018 a livello di comunicazione visiva e che cosa dovremo aspettarci nel 2019?
Per capirlo, come consuetudine, Depositphotos ha parlato con fotografi, designer e curatori di contenuti per valutare idee, movimenti e tendenze nella comunicazione visiva.
In estrema sintesi, tutto il mondo sta emergendo un’estetica globale, alimentata dai social media e dagli influencer, gli addetti al marketing si stanno interessando alla cura dei contenuti e artisti e designer sono alla ricerca di modi per glorificare il passato e allo stesso tempo sperimentare approcci innovativi alla loro arte.
Ecco di seguito le nove tendenze della comunicazione visiva elaborate per il 2019.
Siamo nell’era della personalizzazione
Gli addetti al marketing di tutto il mondo stanno sperimentando la pressione per fare breccia sui singoli consumatori, perché stiamo entrando in un’era in cui la personalizzazione è l’unica via da seguire. Rinunciamo a molte delle nostre informazioni personali e ci aspettiamo che vengano utilizzate per visualizzare immagini e contenuti rilevanti per noi.
La creazione di contenuti visivi prende una svolta positiva in quanto i marchi cercano modi per distinguersi dalla massa. I marchi cercano di co-creare esperienze con i consumatori attraverso l’UGC e il marketing degli influencer, mentre plasmano il contenuto visivo affinché si adatti non a segmenti di consumatori, ma a singole persone.
In un momento in cui la cecità degli annunci è ai massimi livelli, il contenuto personalizzato è un’opportunità per connettersi attraverso vari canali. Rifiutando il marketing universale, i marchi e le aziende optano per un’esperienza personale più ravvicinata e inizia con precisione nella cura dei contenuti visivi.

Per attirare l’attenzione degli utenti, i contenuti visivi sui social media devono avere qualcosa in più. Per questo motivo le scelte coraggiose, audaci e talvolta un po’ sopra le righe delle immagini stanno diventando più importanti. Questo tipo di provocazione creativa può essere raggiunta attraverso approcci non convenzionali alla fotografia, all’arte e al design.
“Poiché sempre più foto e video vengono visti sui social media in movimento su dispositivi mobili, le immagini di successo devono essere incredibili. Ciò significa creare qualcosa di inaspettato che si elevi al di sopra della media o della confusione che affolla oggi i social media”, ha detto (Gabriel) DGT Portraits, fotografo professionista
Non è più sufficiente realizzare una fotografia perfetta o un design impeccabile. La chiave è creare immagini memorabili, e oggi ciò significa produrre opere che fanno parlare e di conseguenza vengono fatte circolare sul web. Ispira la conversazione e scoprirai l’essenza di ciò che significa essere pertinenti come brand.
Alcuni dei migliori progetti fotografici di Behance esplorano questa tendenza, offrendo soluzioni creative e immagini straordinarie per far parlare le persone. Quanto andranno lontano i brand per abbracciare questa tendenza e ispirare la conversazione? I team creativi stanno lavorando sodo in questo senso.
Vincono i ricordi nostalgici
Vedere una pagina web ispirata agli anni 90 cinque anni fa potrebbe essere stato un passo falso, ma brand come Adidas hanno catturato quella nostalgia che può essere sfruttata con il loro sito web per la serie Yung che introduce le sneakers per il prossimo millennio. Soprattutto nel web design, l’uso di palette, pattern e caratteri che ricordano quel decennio può funzionare per il giusto pubblico.
“Stiamo tornando ai vecchi tempi. Detto questo, c’è un’enfasi sulla creazione di collage e sull’utilizzo di vecchie fotografie per creare un nuovo significato e fare nuove domande sul passato”, ha detto Oded Wagenstein, fotografo professionista.
Artisti, designer e marchi importanti seguono le orme delle passate tendenze, disegnando alcuni degli stili più importanti e memorabili, i momenti e le figure degne di nota degli ultimi decenni. Questi riferimenti attirano non solo quelli che ricordano quei periodi, ma anche quelli che guardano al passato con curiosità e una ritrovata nostalgia.
La moda spesso trae ispirazione dal passato, dimostrandoci che ciò può essere fatto con gusto e un nuovo spirito. I flashback nostalgici riguardano soprattutto l’idea di abbracciare e glorificare il meglio di entrambi i mondi: aspetto nostalgico e tocco moderno.
La storia dell’arte
La ricerca dell’ispirazione non si limita a portarci indietro solo di alcuni decenni, ma a volte di secoli. L’arte classica è ripresa nelle opere di artisti contemporanei in tutto il mondo. È un’altra tecnica che consiste nel trovare l’ispirazione e interpretarla in un modo più personale.
Stiamo vedendo fotografi che fanno riferimenti chiari, pubblicità che occasionalmente intraprendono la stessa strada e anche account Instagram che usano dipinti classici per aggiungervi un tocco moderno (a volte con un pizzico di ironia e umorismo).
La fotografa americana Christy Lee crea fotografie mozzafiato di persone sott’acqua che vengono confrontate con dipinti barocchi. La tecnica insolita dell’artista consiste nel manipolare la luce e il colore in un modo che cattura la bellezza e la vulnerabilità dei suoi soggetti, con un chiaro riferimento ai migliori maestri della storia dell’arte.
Prima estetica globale
Come mai alcune caffetterie iniziano a sembrare uguali in tutto il mondo? Quartz News ha colto una prima estetica veramente globale: il minimalismo di lusso. Questa estetica globale è fortemente influenzata dai social media, diffondendo una tendenza progettuale omogenea che sta iniziando a plasmare gli interni nei luoghi in cui mangiamo, beviamo e passiamo il tempo.
Non sono solo le caffetterie a essere modificate per essere più instagrammabili, ma l’interior design in generale che ora considera questo tipo di fattore per attirare più clienti. È spaventoso pensare che i social media abbiano un ruolo nel plasmare il mondo fisico, ma sta accadendo proprio intorno a noi. I luoghi di tutto il mondo stanno iniziando a sembrare uguali.
Lo specifico di questa tendenza è un’estetica molto raffinata, elegante e pulita. Questo look levigato con materiali originali e grezzi si sta diffondendo rapidamente sui social media e sta conquistando il mondo con la sua sofisticata prospettiva di stile di vita.
Aggiunta di livelli di interazione ai contenuti
Nel 2018 Depositphotos ha parlato di video e animazione, con strumenti come i template offerti da Crello per sfruttare al meglio il mezzo popolare. La previsione per il prossimo anno è un’estensione di questa tendenza, con nuovi modi per noi di interagire con i contenuti. Ciò vale anche per il web design, dove vengono aggiunti elementi interattivi per convincere le persone a interagire con i contenuti visivi.
“L’arte interattiva ed esperienziale sta comparendo sempre più nelle mostre, e se ne parla sempre più. Anche il pubblico è attratto e tende a interagire con queste forme d’arte”, ha detto a Depositphotos FeiFan Zhang, artista e fotografo professionista.
A Sydney il Museo delle arti contemporanee consente ai visitatori di rinominare l’intero spazio in base alle 3 lettere dell’abbreviazione. Questo tipo di elemento interattivo coinvolge i visitatori e dimostra che anche le persone possono far parte del design. Dare alle persone l’opportunità di interagire con i contenuti garantisce che ricordino il tuo marchio, prodotto o causa.
Verso il design 3D
Sempre più designer stanno acquisendo nuovi strumenti e padroneggiando nuove abilità per aggiungere elementi tridimensionali alle loro opere. Aggiungere questo tipo di profondità ai progetti crea un immediato interesse visivo e sfida la staticità del design grafico nel modo in cui lo conosciamo.
I design dei siti web si stanno rapidamente adattando per provare la prossima grande innovazione nella progettazione grafica. I fotografi stock di Depositphotos stanno sperimentando il design in 3D, mostrando elaborate opere d’arte in cui i creativi stanno già sperimentando.
Facebook ha sorpreso tutti con il lancio delle foto 3D quest’anno. Ci sono molte implicazioni per la nuova funzionalità, specialmente nell’applicazione alla progettazione grafica, nella pubblicità e nella condivisione di opere personali sui social media.
Minimalismo filosofico
Se guardiamo all’unica tendenza che non si è mai estinta ma ha acquisito slancio, è il minimalismo. Tuttavia, la previsione per il prossimo anno è un minimalismo concettuale più profondo non solo nel web e nel design delle app, ma anche nel design del prodotto e nella fotografia.
“Non c’era carenza di foto minimaliste prima, ma ora tendono ad essere un po’ più concettuali. Fotografare qualcosa di carino non è abbastanza, è necessario creare una narrazione, per implicare un significato più profondo. Queste foto spesso assomigliano a una cornice di un film, in qualche modo sai che questa è solo una parte di una storia congelata nel tempo, con un inizio, uno svolgimento e una fine. Per esempio, non sono solo i fondi della tazzina del caffè. Sono le relazioni interrotte di qualcuno. O una crepa nella società.” – Dina Belenko, artista e fotografa professionista
Il minimalismo diventa filosofico nel senso che gli spettatori sono costretti a fermarsi e pensare, a riflettere e raggiungere conclusioni su scatti che sono spogliati della parte eclatante.
Un’immagine minimalista non corrisponde alla noia, al contrario, l’aggiunta di elementi nuovi e inaspettati nella composizione ci mostra che il minimalismo è tutt’altro. Questo tipo di scelta stilistica è evidente con le opere di fotografi che intervistiamo su Depositphotos.
Coscienza ambientale
Sai che le cose si stanno facendo serie quando 5 milioni di dollari di pubblicità del Super Bowl spostano la loro attenzione su questioni sociali e ambientali. I marchi iniziano a prendere posizione su argomenti importanti e, più che mai, le questioni ambientali sono in cima alla lista delle preoccupazioni.
“Le questioni ambientali -come inquinamento, intervento umano nella natura  saranno le principali tendenze visive nel 2019. Nei media sei attualmente inondato di immagini di rifiuti di plastica in natura. Sostenibilità, riciclo, biologico, vita sana in armonia e nel rispetto per la natura. Questi sono argomenti di tendenza”, ha detto Edwin Butter, fotografo professionista
Gli studi stanno iniziando a dimostrare che i consumatori preferiscono seguire i marchi in base alle cause che sostengono, che è un punto da tenere in considerazione per ogni azienda.
Quest’ultima tendenza ha due aspetti: le industrie possono diffondere il messaggio e i creativi hanno la capacità di guidare  questo movimento e offrire soluzioni per il futuro sostenibile che tutti vogliono.

Inizia a scrivere e premi Invio per cercare