Il Tema Unificante

Siamo passati da una modalità comportamentale per te al nuovo atteggiamento del con te.

La novità  è che il cliente opera con noi, o meglio lavora con noi.

Anzi, estremizzando un po’ il concetto, si potrebbe dire che, in un certo senso, il cliente <<lavora alle nostre dipendenze >>.

Dunque, se il lavoro è teatro ed ogni business un palcoscenico, il cliente / consumatore diventa anche un po’ attore, con un ruolo preciso nel copione del regista/impresa e recita nello spettacolo che viene messo in scena.

Coinvolgere il cliente in una situazione che gli creiamo intorno, in un’atmosfera, fargli vivere, all’interno della sua stessa partecipazione e collaborazione, un’ emozione, una vera e propria esperienza.

Questo è l’obbiettivo. Coinvolgere il cliente all’interno dello spettacolo, proprio come fosse sul palcoscenico di un tetatro o su un set cinematografico.

Farlo lavorare come uno dei nostri attori, al servizio di noi registi.

Ed anche qui ritorna uno spunto per la riflessione sul concetto dell’intangibilita’, ricordiamolo quando il nostro cliente acquista da noi un servizio, deve vivere un’esperienza. Questo significa che acquista contemporaneamente elementi materiali e componenti immateriali.Cio’ che vive, ciò che acquista, è l’esito dell’integrazione dei due fattori interagenti. E, come già detto, in un certo senso, il mio cliente lavora nel mio spettacolo e mi regala il suo tempo e la sua energia.

Poi, mi paga anche per questo. Vale a dire che mi paga per acquistare e consumare qualcosa prodotto dalla sua stessa collaborazione, qualcosa per cui si è impegnato duramente, qualcosa per cui si è lasciato coinvolgere.

Qualcosa che lasciera’ in lui un segno, un ricordo nel tempo.

Infatti la progressione nella gradualità del valore percepito, ci insegna che, se i Prodotti sono tangibili ed i Servizi decisamente intangibili, le Esperienze sono, però, memorabili perché sono qualcosa da ricordare.

E naturalmente, le Esperienze sono del tutto soggettiva e personali perché hanno a che fare con una dinamica che si attiva in ognuno di noi, al momento del nostro coinvolgimento, all’interno di ogni individuo, in modo diverso.

Cosi’ ogni cliente ne trae una percezione del tutto personale. Una percezione soggettiva e personale, perché riguarda la sfera emotiva del singolo, la sua sfera spirituale, intellettuale e fisica, contemporaneamente.

Ciascuno ricorderà’ quello stesso servizio, quell’ emozione che la propria visione personale gli avrà fatto vedere, sentire, pensare e, poi ricordare.

Se l’esperienza che il cliente vivrà è il nocciolo della qquestione, allora un importante gesto di marketing oggi è  Tematizzare.

Trovare un tema avere in testa un lavoro da mettere in scena. Avere un’ispirazione ed una visione. Distribuirlo idealmente a tutti gli attori.

Un commesso, una centralinista, un manager, tutti sono attori nello stesso spettacolo, esattamente tanto quanto il loro cliente. Insieme, recitano nello stesso lavoro e stanno  nello stesso palcoscenico.

Il tema diventa l’elemento unificante di tutti i ruoli, di tutti gli elementi messi in campo, anzi messi in scena.

Dalla tenuta e dalla fortuna del tema scelto, cioè del l’ispirazione di partenza, dipende la percezione del valore che, come dicevamo, sarà comunque vissuta da ogni individuo/cliente/consumatore con intensità diverse.

La capacità di trovare un tema, anzi il tema unificante, va certamente a stravolgere un po’ tutto il concetto di valore e modifica sostanzialmente i precedenti approcci di marketing, introducendone uno decisamente più innovativo.

Ho selezionato delle proposte per il retail, Slabs http://www.apavisa.com

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Inizia a scrivere e premi Invio per cercare